Capitoli

Il libro Internet Economics si compone:

  • di una parte introduttiva,
  • sette capitoli,
  • un’appendice.

La parte introduttiva consiste in un’analisi dell’evoluzione della materia degli Internet Economics tramite una recensione critica degli studi presenti nella letteratura economica, dall’inizio della disciplina, negli anni ’90, fino ai giorni nostri I sette capitoli che compongo il libro sono:

  1. L’Industria di Internet – analisi dei modelli descrittivi di Internet e della sua industria, e proposizione da parte dell’autore di un nuovo framework, il LIIF, che si basa sull’interpretazione di Internet come una meta-piattaforma multi-strato, e che guiderà la narrazione degli argomenti trattati nel corso del libro.
  2. Le caratteristiche distintive – quali sono le caratteristiche distintive che hanno reso Internet una piattaforma diversa dalle altre e come queste ne hanno determinato l’evoluzione e gli impatti sociali che ha avuto, dalle origini ai giorni nostri, andando inoltre a individuare gli sviluppi in corso e i trend futuri.
  3. La domanda – quali sono le dimensioni chiave per la misurazione della domanda di Internet in ogni strato del framework LIIF, cercando di cogliere gli aspetti salienti che spiegano la veloce crescita e affermazione della Rete, e infine analizzare i dimensionamenti generali dell’industria Online, che le principali società di consulenza globali hanno fatto, calcolando il peso economico di Interent sul PIL delle maggiori economie mondiali.
  4. L’offerta – quali sono i principali fenomeni che insistono sul lato dell’offerta, in particolare ci si è soffermati sull’analisi di alcune delle piattaforme fondamentali di Internet, come la Search Platform, e si è inoltre studiato il fenomeno delle Startup, ovvero la creazione di nuove imprese basate sulla Rete, che vede numeri ed elementi distintivi propri dell’industria Internet.
  5. I modelli economici – quali sono i modelli e le specificità dell’economia Internet, con particolare riferimento ai mercati multi-sided (i mercati con diversi gruppi di clienti collegati insieme da una piattaforma abilitante), agli impatti economici della rete all’interno di mercati tradizionali, e ai nuovi mercati online creati ex novo, caratterizzati da una migliore misurazione, un’elevata personalizzazione, rapida innovazione e un design di mercato più consapevole.
  6. I business model – quali sono i business model che si trovano sulla rete, analizzando le classificazioni presenti in letteratura e proponendo una nuova classificazione che faccia risaltare le specificità della Rete e che tenga in considerazione le ultime evoluzioni di Internet, basata su tre macro-categorie individuate dall’autore: i Transaction based model, gli Advertising based model e i Free based model.
  7. I mercati – quali sono i principali mercati negli strati dell’industria Internet con una focalizzazione sui mercati maggiormente caratteristici del settore: l’Online Advertising e l’E-Commerce, entrambi analizzati in termini di peso, dimensionamento economico e dinamiche chiave di funzionamento.

Infine chiude il libro un’appendice che contiene una tassonomia dei prodotti e servizi Internet.